Social Network sì,
ma solo se fanno
rumore.

servizi social marketing monza e brianza

Social Network sì,
ma solo se fanno
rumore.

servizi social marketing monza e brianza

Per noi la gestione dei social dei nostri partner è un’attività che nasce e si sviluppa per raggiungere degli obiettivi. Per riuscirci i nostri social media manager studiano piano editoriali capaci di creare scalpore, mentre gli advertiser sviluppano campagne di advertising avanzato.

Per noi la gestione dei social dei nostri partner è un’attività che nasce e si sviluppa per raggiungere degli obiettivi. Per riuscirci i nostri social media manager studiano piano editoriali capaci di creare scalpore, mentre gli advertiser sviluppano campagne di advertising avanzato.

Ti serve davvero
una pagina
Facebook?

A cosa servono i social network (alle aziende)? A incrementare la brand awareness, veicolare traffico sul sito, generare contatti oppure semplicemente (è la cosa più difficile) a creare una community intorno ai valori del marchio. A cosa non servono? A creare
post. Per questo ogni nostra gestione social, o meglio campagna di social marketing, parte dall’analisi degli obiettivi di nostri partner e dalla creazione di progetti di social marketing customizzati.

Post che fanno rumore

Le fondamenta di una buona gestione social risiedono nelle creazione di una linea editoriale in grado di valorizzare il brand e di supportare il raggiungimento degli obiettivi. Come deve essere una linea editoriale? Deve essere in linea con l’azienda e “rilevante” per i suoi utenti. Non c’è niente di peggio di un albero che cade in una foresta senza fare rumore…

I social network non sono gratuiti (per fortuna)

Per sviluppare campagne social davvero rilevanti è necessario investire nel social advertising. No, Facebook non è gratuito, almeno per le aziende. Questo però può essere una grande opportunità: le piattaforme selfbased di advertising come Facebook o Linkedin ADS permettono ai brand di intercettare target con interessi e demografiche ben specifiche e di creare percorsi di marketing davvero rilevanti per i potenziali clienti.

Una community che parla e con cui parlare

Uno dei segnali più importanti per dire all’algoritmo di social network come Facebook e Instagram che i nostri post meritano di fare rumore è il buzz generato intorno al nostro brand e ai suoi contenuti. Selezionare e raccogliere la community, e conversare con i suoi influencer, e una delle attività preferite dai nostri social media manager che programmano sessioni di social engagement utili anche per dare una voce all’azienda.

Attenti alle conversioni

Creare campagne di advertising avanzato significa avere a che fare con landing page, pixel di tracciamento, remarketing: la sostanza è che ogni azione viene svolta per raggiungere un obiettivo. Per i nostro advertiser la “conversione” è il mantra giornaliero, che regala soddisfazione a loro e ai nostri partner.

Ti serve davvero
una pagina
Facebook?

A cosa servono i social network (alle aziende)? A incrementare la brand awareness, veicolare traffico sul sito, generare contatti oppure semplicemente (è la cosa più difficile) a creare una community intorno ai valori del marchio. A cosa non servono? A creare
post. Per questo ogni nostra gestione social, o meglio campagna di social marketing, parte dall’analisi degli obiettivi di nostri partner e dalla creazione di progetti di social marketing customizzati.

Post che fanno rumore

Le fondamenta di una buona gestione social risiedono nelle creazione di una linea editoriale in grado di valorizzare il brand e di supportare il raggiungimento degli obiettivi. Come deve essere una linea editoriale? Deve essere in linea con l’azienda e “rilevante” per i suoi utenti. Non c’è niente di peggio di un albero che cade in una foresta senza fare rumore…

I social network non sono gratuiti (per fortuna)

Per sviluppare campagne social davvero rilevanti è necessario investire nel social advertising. No, Facebook non è gratuito, almeno per le aziende. Questo però può essere una grande opportunità: le piattaforme selfbased di advertising come Facebook o Linkedin ADS permettono ai brand di intercettare target con interessi e demografiche ben specifiche e di creare percorsi di marketing davvero rilevanti per i potenziali clienti.

Una community che parla e con cui parlare

Uno dei segnali più importanti per dire all’algoritmo di social network come Facebook e Instagram che i nostri post meritano di fare rumore è il buzz generato intorno al nostro brand e ai suoi contenuti. Selezionare e raccogliere la community, e conversare con i suoi influencer, e una delle attività preferite dai nostri social media manager che programmano sessioni di social engagement utili anche per dare una voce all’azienda.

Attenti alle conversioni

Creare campagne di advertising avanzato significa avere a che fare con landing page, pixel di tracciamento, remarketing: la sostanza è che ogni azione viene svolta per raggiungere un obiettivo. Per i nostro advertiser la “conversione” è il mantra giornaliero, che regala soddisfazione a loro e ai nostri partner.

Hai bisogno del nostro aiuto?

Nome e Cognome (richiesto)

Azienda

Email (richiesto)

Oggetto

Il tuo messaggio


Trattamento dati personali Privacy Policy

Nome e Cognome (richiesto)

Azienda

Email (richiesto)

Oggetto

Il tuo messaggio


Trattamento dati personali Privacy Policy